Questo articolo è stato letto da 2.772 lettori

Beni confiscati alla Mafia e utilizzati a fini sociali

ottobre 30, 2008 by ComuniC@lo  
Filed under blog

Consorzio per la Legalità e lo SviluppoDiventa una realtà anche nell’Agrigentino l’utilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla mafia. L’attività del Consorzio per la Legalità e lo Sviluppo comincia a dare i suoi frutti. Viaggio nei beni confiscati ai boss con il presidente del Consorzio, Barbara Garascia, e il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara.

Della loro riqualificazione e del loro utilizzo se ne occupa il “Consorzio Agrigentino per la Legalità e lo Sviluppo” di cui fanno parte i Comuni di Agrigento, Canicattì, Favara, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Siculiana, Cattolica Eraclea e altri che man mano chiedono di aderire. Ci spiegano di cosa si tratta e dei risultati raggiunti il presidente del Cda del Consorzio Legalità e Sviluppo, Barbara Garascia, e il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara, che in uno dei beni confiscati nella sua città ha realizzato un bellissimo centro di aggregazione sociale.

VIDEO – Viaggio nei beni confiscati alla mafia nell’Agrigentino

Articoli che potrebbero interessarti:

Gli "Archi di Pasqua" di San Biagio Platani - FOTO, FOTO 360° E VIDEO
Calendario I Love Agrigento 2010, scarica il mese di Dicembre
Canicattì, “Io non sono come lui”

Commenti

Facci sapere la tua opinione...
se vuoi mostrare la tua foto sul commento, vai su gravatar!

*