Questo articolo è stato letto da 2.223 lettori

Beni confiscati alla Mafia e utilizzati a fini sociali

ottobre 30, 2008 by ComuniC@lo  
Filed under blog

Consorzio per la Legalità e lo SviluppoDiventa una realtà anche nell’Agrigentino l’utilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla mafia. L’attività del Consorzio per la Legalità e lo Sviluppo comincia a dare i suoi frutti. Viaggio nei beni confiscati ai boss con il presidente del Consorzio, Barbara Garascia, e il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara.

Della loro riqualificazione e del loro utilizzo se ne occupa il “Consorzio Agrigentino per la Legalità e lo Sviluppo” di cui fanno parte i Comuni di Agrigento, Canicattì, Favara, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Siculiana, Cattolica Eraclea e altri che man mano chiedono di aderire. Ci spiegano di cosa si tratta e dei risultati raggiunti il presidente del Cda del Consorzio Legalità e Sviluppo, Barbara Garascia, e il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara, che in uno dei beni confiscati nella sua città ha realizzato un bellissimo centro di aggregazione sociale.

VIDEO – Viaggio nei beni confiscati alla mafia nell’Agrigentino

Articoli che potrebbero interessarti:

Infissi e Serramenti Baldarelli
Alla Discoteca Bilionaire, Dr. Feelx direttamente da Chiambretti Night
#MeTe - Museo della Memoria e del Territorio
  • Iscriviti gratis

Commenti

Facci sapere la tua opinione...
se vuoi mostrare la tua foto sul commento, vai su gravatar!

*