Questo articolo è stato letto da 1.834 lettori

Manifestazione a Gela per ricordare il giudice Rosario Livatino

dicembre 11, 2009 by Staff interno  
Filed under Eventi, blog

Manifestazione per ricordare Rosario LivatinoSabato 12 dicembre ore 15.00 al Palasport di Gela, manifestazione per ricordare e far rivivere la passione, gli ideali e le battaglie del “piccolo giudice” Rosario Livatino, ucciso dalla mafia all’età di 38 anni.  Lo spettacolo diretto da Antonio Raffaele Addamo e condotto dal giornalista Salvo La Rosa, vedrà sul palco, oltre che musical, proiezione di un film documentario e  musica, anche Ficarra e Picone.

«Accenderemo una candela dove c’è più buio per fare luce sui ricordi». Così Giuseppe Cartella, presidente dell’Associazione Faro di Pace Onlus, presenta uno degli eventi antimafia più attesi dai giovani amanti della musica.

La lotta alla criminalità organizzata trova così nella musica una sua alleata: sarà infatti la Sicilia a ricordarlo, attraverso canti e musiche dal sapore antico che si rifanno a un presente di pulsazioni rock mescolate alle note delle nenie e dei lamenti siciliani: tante e importanti autorità politiche, civili, militari e religiose, saranno protagoniste di un incontro per la legalità e la giustizia, organizzato dall’Associazione Amici del giudice Rosario Angelo Livatino, dalla Parrocchia S. Lucia di Gela, dalla Onlus Faro di Pace e dai Gruppi di preghiera della Regina della pace.

La giornata riserverà una serie di momenti intensi e significativi, tra cui la proiezione del film documentario “La Luce verticale” di Salvatore Presti (alle 10.30) e l’intitolazione del Palazzetto al Rosario Livatino, voluta dal presidente della Provincia di Caltanissetta Pino Federico – che avrà come ospiti d’eccezione il ministro della Giustizia Angelino Alfano e il presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo (alle ore 15.00).

Le lunghe giornate di lavoro del giudice, le intense ore di preghiere del cristiano, le paure e le esperienze del giovane uomo: i tanti volti di Livatino troveranno massima espressione nelle note e nei testi del musical “Il mio piccolo giudice” , ispirato all’omonimo cd che contiene 10 brani, realizzati dagli interpreti Peppe Servillo – voce e anima degli Avion Travel – Maria Luisa Corbo, Salvatore Nocera – che ha curato testi e musiche insieme a Fausto Mesolella – e Pietro Gueli Alletti, autore del brano “Sfioritura”. Tra i brani anche “Testamento”, trasposizione di una lettera che il prof. Giuseppe Peritore, insegnante di Livatino, scrisse al giudice nel 1975. Saranno loro ad animare il Palasport a partire dalle 18.30: lo spettacolo diretto da Antonio Raffaele Addamo e condotto dal giornalista Salvo La Rosa, vedrà sul palco anche Ficarra e Picone. L’assessorato regionale alla Pubblica Istruzione retto da Lino Leanza ha finanziato un dvd musicale sulla legalità da distribuire alle scuole dell’Isola.
La “legge dell’Amore” è il nome scelto per l’incontro, la stessa a cui Livatino si ispirava: «Compito del magistrato non deve quindi essere solo quello di rendere concreto nei casi di specie il comando astratto della legge, ma anche di dare alla legge un’anima – scriveva il giudice – ed ancora una volta sarà la legge dell`amore, la forza vivificatrice della fede a risolvere il problema radicalmente».

Articoli che potrebbero interessarti:

Pippo Montalbano, presentazione ufficiale del Libro
  • Iscriviti gratis

Commenti

Facci sapere la tua opinione...
se vuoi mostrare la tua foto sul commento, vai su gravatar!

*