Questo articolo è stato letto da 1.088 lettori

De Francisci chiede chiarezza in merito al Servizio di Manutenzione del Verde Pubblico Improvvisamente sospeso dal novembre scorso.

gennaio 24, 2010 by Altre Fonti  
Filed under Comunicati

Giuseppe De Francisci Presidente del Gruppo consiliare del Movimento Per L’Autonomia, Considerate le penose condizioni in cui versano le ville comunali e tutti gli spazi cittadini adibiti a verde pubblico e Rilevato che improvvisamente da più di due mesi, è stato revocato l’appalto alla ditta che si è aggiudicato l’appalto per anni 3, ha presentato un Atto Ispettivo con il quale chiede chiarezza su tutta la vicenda.

In Particolare De Francisci dichiara “Desidero sapere in maniera precisa il perché della sospensione del servizio, proprio ora che l’appalto era quasi concluso, ma soprattutto desidero sapere concretamente cosa si intenda fare affinché il servizio di manutenzione delle ville e del verde pubblico venga al più presto ripreso”, “Non possiamo continuare con l’attuale stato di abbandono e di inerzia, è necessario correre subito ai ripari ed intervenire subito affinché la manutenzione possa essere ripresa al più presto possibile”.

“Bisogna anche capire – interroga De Francisci – se, a seguito della revoca, si può subito passare ad incaricare l’impresa che nella gara d’appalto di tre anni addietro si era classificata al secondo posto della relativa graduatoria, oppure se non sia necessario procedere ad una nuova gara d’appalto”.

Sostanzialmente Giuseppe De Francisci sollecita interventi che pongano rimedio alla situazione attuale di stasi che certamente danneggia il verde cittadino. “E’ inconcepibile – Conclude De Francisci – che una città come Agrigento possa rimanere talmente a lungo senza che venga garantito un servizio di questo genere. Ma quello che più mi preoccupa maggiormente è la mancanza di programmazione che mi sembra chiaramente di percepire: non si capisce bene quali sono le intenzioni dell’amministrazione per il prossimo futuro, quali sono le strade che intendono percorrere. Stando cosi le cose, l’inerzia di queste settimane rischia di diventare cronica e l’abbandono di ville, giardini ed aiuole potrebbe protrarsi ancora per parecchi mesi, con il rischio che, in una città che già di verde non ne ha parecchio, quel poco di cui dispone possa andare irrimediabilmente perduto”.

Articoli che potrebbero interessarti:

L’anima di Agrigento: un patrimonio da vivere
  • Iscriviti gratis

Commenti

Facci sapere la tua opinione...
se vuoi mostrare la tua foto sul commento, vai su gravatar!

*