Questo articolo è stato letto da 1.039 lettori

Cane seviziato e sotterrato vivo, ma nessuno li ferma

agosto 9, 2008 by Staff interno  
Filed under blog

immagine.jpgA Porto Empedocle in provincia di Agrigento un gruppetto di giovani hanno torturato un cane randagio forse sperando di ucciderlo, ma non ci sono riusciti. Lo hanno legato, seviziato, sodomizzato fino a rompergli le costole, gli hanno lesionato alcuni organi e poi lo hanno sotterrato vivo. Alla scena hanno assistito alcune persone. Nessuna di loro ha cercato di fermare i balordi, nessuno ha chiamato le forze dell’ordine. Ma un anonimo ha avvertito una signora, nota nella cittadina per il suo amore per gli animali. La donna è accorsa sul posto, ha dissotterrato il cane e lo ha affidato alle cure dei veterinari. Il randagio è gravissimo, sta lottando contro la morte. Non è il primo episodio del genere a Porto Empedocle.

A rendere nota la triste vicenda è stata Annalisa De Luca Cardillo, responsabile regionale della Lega Italiana dei Diritti dell’Animale, che ha annunciato la presentazione di una denuncia presso la procura: «Non possiamo più tollerare questi reati – ha dichiarato – ed invitiamo la cittadinanza sensibile e le istituzioni ad adoperarsi per arrestare i colpevoli».

(lastampa.it)

Articoli che potrebbero interessarti:

Ritorno alla Marina per Fausto Pirandello
Sweet Sicily Suite - Scala dei Turchi
  • Iscriviti gratis

Commenti

Facci sapere la tua opinione...
se vuoi mostrare la tua foto sul commento, vai su gravatar!

*