Questo articolo è stato letto da 2.354 lettori

Scherma ad Agrigento, “ospiti nella Casa del Signore”

maggio 2, 2009 by Staff interno  
Filed under blog

Scherma ad AgrigentoSe non è pallone, non hai tetto!!! E’ così, se non c’è la sfera fatata è inutile cercare dimora: un Gruppo di bambini che cerca di portare la Scherma ad Agrigento è costretto a vagare come zingari da una parte all’altra della città senza mai trovare dimora! A nulla sono valse le numerose richieste dei genitori fatte verso il CONI e le Istituzioni locali, tutto sembra passare inosservato e tutti insensibili verso i sacrifici e la passione dei piccoli schermidori.
Ma la testardaggine dei genitori e la voglia di andare avanti dei Montano in erba non trova ostacoli: dopo essere stati ospiti di un paio di palestre scolastiche, e cacciati via dal Dio Pallone, dopo essere stati ospiti di palestre private, ora sono ospiti nella Casa del Signore!!! E non poteva essere che questa l’ultima spiaggia del Club Scherma Agrigento: l’Oratorio A. Pantalena di San Leone concesso grazie alla disponibilità della Chiesa di San Leone e del parroco F. Giordano.
Ma nonostante queste traversie i piccoli schermidori vanno avanti: si allenano e il prossimo 14 Giugno parteciperanno alle Interprovinciali di Scherma che si svolgeranno al Palazzetto dello Sport di Porto Empedocle. Solo ed esclusivamente Grazie alla passione di un paio di genitori e di un Maestro di Scherma.

Articoli che potrebbero interessarti:

Campionato Italiano Gran Premio Giovanissimi di Sciabola
  • Iscriviti gratis

Comments

2 Responses to “Scherma ad Agrigento, “ospiti nella Casa del Signore””
  1. Alessandro Tedesco scrive:

    Gentile Sig. CArdinale
    mi sia perdonata ogni intenzione di polemica, ma è doveroso da parte Nostra precisare su questo spazio che il Gruppo di genitori dei “piccoli schermidori” rappresentato dall’ “appassionato” MAestro d’armi federale Pippo Vullo, si è più volte riunito presso la sede provinciale del CONI, ha più volte sollecitato il Presidente Lo Presti ad intervenire, come Egli stesso Le può confermare, e fanno parte di una società blasonata quale Il Discobolo di Sciacca.
    E’ pur ovvio che a seguito di una deficienza di collaborazione da parte delle Istituzioni locali non si sia poi dato seguito alle originarie intenzioni di costituire una ASD agrigentina.
    Grazie per l’attenzione
    AT

  2. Pasquale Cardinale scrive:

    Casualmente ho letto il vostro articolo relativo ai piccoli schermidori che hanno delle difficoltà per allenarsi,e per quello che si legge tra le righe sono stati abbandonati dalle istituzioni pubbliche e dal massimo organismo sportivo che è il CONI – Comitato Provinciale di Agrigento.

    Essendo segretario del Comitato Provinciale CONI, mi permetto di far notare che nessuna richiesta è mai pervenuta al Comitato Provinciale di Agrigento.
    In ogni caso per potere esssere rappresentati dall’organismo CONI occorre che questi ragazzini attraverso i loro genitori e all’appassionato maestro di scherma si costituiscano in una società sportiva affiliata alla Federazione Italiana Scherma.
    Resto adisposizione per ogni ulteriore approfondimento per la risoluzione dei problemi prospettati presso il Comitato Provinciale CONI – Viale Cannatello 45 – Agrigento-
    tel.0922607946 mail agrigento@coni.it

Commenti

Facci sapere la tua opinione...
se vuoi mostrare la tua foto sul commento, vai su gravatar!

*